Elastomeri siliconici per stampi - Come usare Globasil

IL MODELLO DA RIPRODURRE: PREPARAZIONE

Il modello - così come i controstampi ed i casseri - può essere in resina poliestere, schiuma o gomma poliuretanica, resina epossidica, gesso, finto legno, legno, pasta di legno, cera, cemento, lega bassofondente, pietra naturale o sintetica, metallo, vetro, ceramica, cartone, termoplastica, gomma sintetica o naturale, resina metacrilica, pelle, creta od in differente materiale.
Pulirne la superficie con un raschietto, alcool, altro solvente o con aria compressa. Solamente quando la superficie del modello è porosa, utilizzare il turapori, per agevolare la sformatura e permettere la fedeltà nella riproduzione. Molto fluido, usato a spruzzo oppure a pennello, il SEPARATORE VPA deve essere applicato a strato molto sottile, in modo da non interferire sulla precisione dei dettagli da riprodurre. Attendere l'evaporazione della parte volatile.
Applicare sempre il distaccante GLOBALWAX, a pennello o spray.

COSTRUZIONE DELLO STAMPO

Tecnica a cielo aperto
Di più facile esecuzione. Adatta alla riproduzione di oggetti piani, con pochi sottosquadra, anche se ricchi di dettagli (rosoni, cornici, bassorilievi, suole di calzature, pannelli prefabbricati, ...).

  • Utilizzare un cassero apribile, con pareti a tenuta. Le pareti verticali ed il fondo del cassero devono essere trattati con gli agenti di sigillatura SEPARATORE VPA e di distacco GLOBALWAX, così come descritto per il modello da riprodurre;
  • fissare il modello sul fondo del cassero (con plastilina esente da zolfo, resine, mezzi meccanici, ...);
  • colare la gomma siliconica nel cassero, direttamente sul modello, sino a riempimento del cassero stesso;
  • attendere l'indurimento completo;
  • aprire le pareti del cassero: è possibile sformare agevolmente lo stampo in gomma dal modello ed utilizzarlo direttamente per le riproduzioni successive.

Tecnica ad intercapedine
Più complessa. Adatta alla riproduzione di manufatti ricchi di sottosquadra e molto dettagliati (statue, statuette, balaustre, ceramiche artistiche, candele decorative, articoli regalo ed artistici, capitelli, articoli tecnici, ...).

  • ricoprire il modello da riprodurre con plastilina esente da zolfo, per uno strato di circa 1 cm, a seconda della complessità e delle dimensioni del modello;
  • stendere uno strato (circa 5-6 mm.) in gesso, cemento o resina poliestere, eventualmente rinforzati con tessuto in fibra di vetro. Quando asciutto, tagliare questo strato rigido (controstampo) in due valve combacianti;
  • estrarre lo strato di plastilina, precedentemente applicato. Si viene a creare un'intercapedine tra le valve rigide ed il modello da riprodurre;
  • colare la gomma siliconica nell'intercapedine creatasi;
  • attendere l'indurimento completo della gomma;
  • separare le due valve del controstampo;
  • per estrarre il modello: rivoltare lo stampo a mo' di guanto, nel caso di piccoli oggetti ed uno spessore minimo della gomma, praticare un taglio verticale sullo stampo con un cutter.
  • Lo stampo in gomma siliconica viene successivamente introdotto nel controstampo capovolto (con le due valve riaccostate l'una all'altra) che funge, così, da cassero di contenimento.

 

PREPARAZIONE DELLA MISCELA COMPONENTE A (BASE) + COMPONENTE B (CATALIZZATORE)

  • Sono possibili, durante lo stoccaggio, sedimentazioni. È necessario miscelare ogni singolo componente prima dell'uso. Se si utilizza l'ADDITIVO PR1, pesarlo e miscelarlo nel componente A, fino a completa dispersione.
  • Pesare la base ed il catalizzatore, nelle quantità indicate, con una bilancia sufficientemente precisa.
  • Richiudere bene i contenitori da cui è stato prelevato il prodotto.
  • Predisporre due recipienti puliti.
    Nel primo recipiente, unire i componenti A e B, mescolandoli per un paio di minuti con un trapano a girante elicoidale, a basso numero di giri (per evitare inglobamento d'aria); per piccole quantità di prodotto, è sufficiente una spatola lunga.
    Travasare nel secondo recipiente, dove deve essere continuata la miscelazione, per qualche secondo.

 

UTILIZZO DELLA MISCELA COMPONENTE A (BASE) + COMPONENTE B (CATALIZZATORE). ALCUNI ACCORGIMENTI

La miscela A+B deve essere colata lentamente, a filo, sul modello, cercando di evitare l'inglobamento d'aria.
Per evitare l'inglobamento d'aria, può rivelarsi molto utile, anche se non strettamente necessaria, la disaerazione sotto vuoto della miscela, per 2-5 minuti. Se il modello è ricco di particolari, sulla sua superficie può essere utile pennellare o distribuire con le mani la miscela, su cui verrà poi colata la restante parte, che andrà a distendersi in modo omogeneo.

L'indurimento ottimale dei siliconi GLOBALSIL avviene a temperature comprese tra 15°C e 30°C.
Prima di procedere alla sformatura degli stampi, è necessario attendere almeno 24 ore, considerando una temperatura di 25°C ed un'umidità relativa del 60%; a temperature più elevate il tempo di sformatura si riduce.

Le caratteristiche chimico-meccaniche ottimali vengono raggiunte dopo circa 48 h ed è, quindi, consigliabile attendere almeno 48 h prima di sottoporre gli stampi in gomma siliconica all'azione di sostanze particolarmente aggressive, quali resine poliestere, epossidiche e poliuretaniche.
PROSIL protegge il silicone dai materiali di colata, prolungando la vita dello stampo.
Per una migliore conservazione dello stampo, riporlo al riparo da fonti di luce e calore, coperto con un panno o della carta di giornale.

Scarica i consigli per l'utilizzo di GLOBASIL in formato PDF